la texture

Osservando le diverse caratteristiche delle superfici,  si vedono i rilievi, i motivi diversi (es: buccia d’arancia, intonaco pareti, linoleum stampato, ecc.), il bambino si abitua così ad una visione più approfondita del mondo che lo circonda, utilizzando anche il tatto.   La creazione di textures nuove,usando materiali vari scelti liberamente dai bambini e spesso da loro stessi procurati, invita all’analisi della caratteristiche tattili e delle possibilità espressive dei singoli materiali.

Ci si esercita sul ricalco e costruzioni di textures, sul frottage per strappo e ritaglio, si creano scale e percorsi tattili personalizzati.

Vengono utilizzati ritagli di linoleum, carta da parati con disegni a rilievo, carta vetrata, reticelle, fogli di carta bianca, cartoncini colorati, pennarelli, pastelli a cera, materiale di recupero, elementi naturali, forbici e colla.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>